DOTTORATI DI RICERCA > Corsi > Farmacologia E Tossicologia

DOTTORATO DI RICERCA: Farmacologia E Tossicologia [Pharmacology And Toxicology]


Scuola di dottorato : SCUOLA DI DOTTORATO IN PATOLOGIA UMANA E SCIENZE DEL FARMACO
Dipartimento: Dipartimento di fisiologia e farmacologia "v. erspamer"
Coordinatore: Prof. Vincenzo Cuomo

Posti disponibili: 12- borse 6
Enti 1

Prove di esame
Prova scritta: 11/10/2011- 9.00- Aula detta "a ferro di cavallo" -piano terra- edificio di farmacologia medica - dipartimento di fisiologia e farmacologia "v. erspamer"
Prova orale: 11/10/2011- 14.30- Aula detta "a ferro di cavallo" -piano terra- edificio di farmacologia medica - dipartimento di fisiologia e farmacologia "v. erspamer"

Referente: Maura Palmery (+39) 06 49912573
e-mail maura.palmery@uniroma1.it

Sito web: http://www.uniroma1.it/studenti/laureati/dottorati/scheda.php?cod=11131
Bacheca:edificio di Farmacologia - III piano

Allegati graduatoria graduatoria [13KB]

CURRICULA
Tossicologia (toxicology) posti 6 borse 3+1
Farmacologia (pharmacology) posti 6 borse 3


OBIETTIVI FORMATIVI
Il Dottorato in Tossicologia ha lo scopo di fornire ai dottorandi una preparazione scientifica finalizzata ad affrontare sul piano sperimentale e normativo i problemi tossicologici riguardanti l'esposizione a sostanze naturali e di sintesi. Tali finalità sono perseguite mediante la partecipazione attiva dell'allievo a progetti di ricerca nel Dipartimento e, quando possibile, presso altri Centri, anche Esteri, sedi di collaborazioni scientifiche. Inoltre, è prevista un'attività didattica caratterizzata da cicli di lezioni e seminari su aspetti avanzati della Tossicologia. I principali progetti di ricerca attualmente in corso nel nostro Dipartimento riguardano le seguenti tematiche: - teratogenesi neurofunzionale di farmaci psicotropi, sostanze di abuso e dopanti e di tossici ambientali (utilizzo di modelli animali per un'analisi neurochimica, neurocomportamentale ed elettrofisiologica); - meccanismo d'azione di xenobiotici ambientali; - caratterizzazione tossicologica "in vitro" ed "in vivo" di principi attivi naturali e di sintesi (tossicologia biochimica e molecolare); - studi sperimentali e clinici del metabolismo delle droghe maggiori, sia in soggetti tossicodipendenti che in specie infraumane; - studi sperimentali sulle potenzialità d'abuso delle sostanze dopanti. I dottorandi acquisiranno capacità autonoma di progettare, pianificare ed attuare progetti di ricerca, di base ed applicata. Acquisiranno, inoltre, capacità di valutazione critica di protocolli sperimentali, linee guida e procedure operative standard. Tali acquisizioni sono finalizzate al loro inserimento in istituzioni di ricerca, enti di controllo, aziende farmaceutiche. La formazione dei dottorandi consta di un'attività didattica costituita da cicli di lezioni mutuati anche da corsi di laurea e seminari tenuti oltre che dai docenti del dottorato, da altri docenti dell'Università "La Sapienza" e da esperti esterni. I dottorandi potranno usufruire di "stages" in istituzioni scientifiche nazionali ed estere; tali "stages" non potranno superare la durata di 18 mesi. Questo periodo di "stage" verrà rivolto ad esclusiva attività di ricerca finalizzata all'approfondimento delle tematiche e alla elaborazione della tesi. Sono, inoltre, previste verifiche annuali da effettuare in presenza del Collegio dei Docenti e la partecipazione al Seminario Nazionale per Dottorandi in Farmacologia e Scienze Affini, patrocinato dalla Società Italiana di Farmacologia e dalla Società Italiana di Tossicologia. Va sottolineato che dottorandi di cicli precedenti hanno avuto la possibilità di pubblicare i risultati delle loro ricerche su qualificate riviste scientifiche nonché di seguire corsi di formazione, seminari specialistici e di aggiornamento, congressi e workshop nazionali ed internazionali. Gran parte di coloro che hanno acquisito il dottorato in Tossicologia si sono inseriti nell'Università e in altri enti quali il Ministero della Sanità, l'Istituto Superiore di Sanità, il Laboratorio antidoping del CONI e Industrie Farmaceutiche
Il Dottorato di Ricerca in Farmacologia, che conferisce un titolo di Dottore di Ricerca riconosciuto in Italia, ha sede nel Dipartimento di Fisiologia Umana e Farmacologia 'Vittorio Erspamer', situato all'interno della Città Universitaria 'La Sapienza' di Roma. Lo scopo del Dottorato è quello di fornire agli sudenti le basi culturali teoriche e tecniche per prepararsi ad una carriera di ricercatore nell'ambito della Farmacologia molecolare, cellulare, comportamentale che favorirà il loro inserimento sia nei dipartimenti di ricerca farmacologica delle Università Italiane ed Internazionali, delle industrie farmaceutiche, dell' Istituto Superiore di Sanità, del Consiglio Nazionale delle Ricerche che nelle Unità di Farmacologia Clinica Ospedaliera. Gli studenti sviluppano e perseguono individualmente un corso di studio adattato ai loro curricula ed atto a fornire sia un' ampia conoscenza delle Scienze Farmacologiche che a focalizzare aree di particolare interesse scientifico e culturale. Gli studenti iscritti al Programma sono tenuti a trascorrere nel laboratorio a cui sono stati assegnati la maggior parte del tempo richiesto per il lavoro di ricerca necessario a sviluppare la loro tesi di dottorato. Durante il primo anno gli studenti partecipano a corsi dipartimentali e a corsi scelti tra le aree connesse alla farmacologia come, fisiologia, biochimica, biologia molecolare, biologia cellulare, neurobiologia, genetica, immunologia e statistica; leggono gli articoli scientifici e li discutono con i vari componenti del gruppo di ricerca sviluppando un apprendimento interattivo. Già dal primo anno, gli studenti iniziano a lavorare in laboratorio alla loro tesi e sono costantemente supervisionati da un tutore, assegnato loro dal Collegio dei Docenti del Dottorato, che valuterà via via i progressi relativi al lavoro della loro tesi, eventuali strategie future e problemi individuali. Il Dottorato si conclude con la stesura di una tesi, discussa pubblicamente alla presenza dei vari tutori e di membri di Università italiane. Gli studenti sono tenuti a soddisfare i requisiti necessari per conseguire il titolo di dottorato in tre anni. Prima della discussione della tesi di dottorato è richiesta una pubblicazione di alta qualità sull'attività di ricerca svolta durante il Programma o almeno la presentazione per la pubblicazione di un manoscritto concernente tale lavoro. Programma di studio Il programma si focalizza su: 1) studio dei meccanismi molecolari dell'azione dei farmaci in varie aree della Farmacologia Cellulare, Farmacogenomica, Farmacologia del Dolore, Farmacologia Gastro-intestinale, Farmacologia Comportamentale, Dipendenza ed Abuso dei Farmaci. 2) Individuazione di nuovi sistemi biologici che siano potenziali bersagli di farmaci innovativi: comporta la identificazione e caratterizzazione farmacologica di nuove molecole biologicamente attive, dei loro recettori e la progettazione e sintesi (in collaborazione con chimici farmaceutici) di nuovi agonisti ed antagonisti di sintesi. Saranno considerati vasti argomenti nell'area della farmacologia, patologia, della neurobiologia e della genetica come letture formali, presentate da membri dello staff e da ospiti invitati, così come attività tutoriali interattive. Gli studenti sono tenuti a prendere parte a tutti i principali incontri scientifici. Ogni tutore presterà particolare attenzione nel verificare che lo studente acquisisca rapidamente le competenze necessarie per essere attivamente coinvolto in queste attività culturali; tale verifica sarà effettuata valutando l'impegno dello studente nella preparazione di brevi esposizioni e lezioni, nel porre domande e partecipare alla discussione durante seminari e congressi, nel discutere individualmente con i diversi docenti e ricercatori ospiti invitati e nella presentazione dei risultati della propria ricerca in congressi nazionali e internazionali. Dopo il primo anno preparatorio lo studente sarà stimolato ad approfondire le proprie ricerche in laboratori esteri qualificati e specializzati. In questo modo lo studente, oltre ad acqui

The Ph.D Program in Toxicology has dual aims of (1) advancing scientific knowledge on the effects of the exposure to natural and synthetic toxicants, and (2) preparing students to become independent future scientists in this field. The Program is housed within the Department of Physiology and Pharmacology, where students will be trained to meet both aims by actively participating in the several research projects carried out at the Department itself and in other research centres that collaborate with the Department. Moreover, the research activity will be paralleled by highly specialized lectures and seminars offered by the academic staff of the Department and by international academic guests invited by the Department. The major research projects carried out in the Department focus on the following subjects: -Neurofunctional teratogenesis of psychotropic drugs and toxicants (neurochemical, behavioral and electrophysiological evaluations in animal models); -Mechanism of action of environmental toxicants; -Toxicological characterization of novel drugs (biochemical and molecular toxicology); Preclinical and clinical evaluation of the metabolism of the drugs of abuse; -Preclinical studies on the abuse potential of doping agents
The Ph.D. Course in Pharmacology, that confers a Ph.D. title recognized in Italy, takes place at the Department of Physiology and Pharmacology 'Vittorio Erspamer', situated inside the Campus University Sapienza. The goal of the Ph.D. course is to prepare doctoral students for research careers in cellular, molecular and behavioral pharmacology and for their getting in pharmacological research departments of pharmaceutical industries, National Institute of Health, National Research Council, and Hospital Units of Clinical Pharmacology. Students develop and pursue individually tailored course curricula to provide a broad knowledge of Pharmacological Sciences as well as to focus on areas of particular interest. Students enrolled in the Program are expected to spend in the assigned laboratory the vast majority of the time required to complete their thesis work. During the first year students take departmental courses and selected courses in related areas such as biochemistry, molecular biology, cell biology, neurobiology, genetics, immunology and statistics. Students read and discuss research articles with several staff members and develop interactive learning based on discussion of research topics with the investigators participating in the course. During the first year, students begin research in their thesis laboratory and are constantly supervised by a tutor designated by the Doctoral Committee of the Ph.D. course, with whom they meet periodically to discuss results and progress of their research and discuss future strategies and individual problems. The culmination of the course is the submission of a written doctoral thesis, which is debated in a public lecture attended by the various tutors and by members from different Italian Universities. Students are expected to fulfil the requirements for the Ph.D. degree within three years. A high quality publication of the experimental work carried out during the course, or at least submission of a manuscript concerning such work is required prior to the discussion of the doctoral thesis. The program focuses on - Study of molecular mechanisms of drug action in the broad areas of Cellular Pharmacology, Pharmacogenomics, Pain Pharmacology, Gastro-intestinal Pharmacology, -Development Pharmacology, Behavioural Pharmacology, Drug Dependence and Abuse. Search for new biolocical systems as potential target for innovative drugs: identification and pharmacological characterization of new active molecules and their receptors; design and synthesis of selective agonists and antagonists. Courses dealing with broad topics in the area of pharmacology, human pathology, neurobiology and genetics will be organised. The courses should include formal lectures by staff members and invited guests, as well as interactive tutorial activities. Students are expected to attend and take part in all the major scientific meetings, including communication sessions, internal seminars and invited lectures. Each tutor will pay particular attention into surveying that the student rapidly acquires the competence and confidence required to be actively involved in these cultural activities by preparing breef lectures, asking questions at seminars, requesting time to discuss individually with the invited guests, presenting his or her results to national and international congresses. After the first year students will be encuraged to persue their research in a qualified laboratory abroad. In this way the students will have an opportunity to learn new technics, to experience different approaches to medical and biological research, to establish working relationships that will be useful in their future career, and to become fluent in a foreign language. Ideally, successful candidates should be young graduates with an excellent education track, a strong commitment to develop as independent investigators and good knowledge of English language. One or more publications on high quality international journals, with a demonstrated active involvement in the work, would be highly appreciated.