DOTTORATI DI RICERCA > Corsi > Tecnologie Innovative In Medicina Traslazionale

DOTTORATO DI RICERCA: Tecnologie Innovative In Medicina Traslazionale [New Technologies In Translational Medicine]


Scuola di dottorato :
Dipartimento: Dipartimento di scienze e biotecnologie medico-chirurgiche
Coordinatore: Prof.Ssa Giovanna Romeo

Posti disponibili: 4- borse 1
Enti 1

Prove di esame
Prova scritta: 26/10/2011- 9.00- Latina, corso della repubblica,79
Prova orale: 26/10/2011- 15.00- Latina, corso della repubblica,79

Referente: Giovanna Romeo (+39) 0773 1757210
e-mail giovanna.romeo@uniroma1.it

Sito web: http://w3.uniroma1.it/dsbmc/index.html
Bacheca:Albo del Dipartimento di Scienze e Biotecnologie Medico-Chirurgiche

Allegati graduatoria graduatoria [11KB]

OBIETTIVI FORMATIVI
Il programma del Dottorato in Tecnologie innovative in Medicina Traslazionale è rivolto alla formazione di ricercatori dotati di competenze specifiche in questo settore sperimentale avanzato della Biomedicina. Si tratta di un progetto interdisciplinare di un Collegio di Docenti il cui obiettivo didattico è quello di promuovere il trasferimento alla medicina clinica di metodologie di ricerca ad applicazione trasversale che offrano tecnologie avanzate, conoscenze e indagini molecolari migliorative della prevenzione, diagnosi e terapia di patologie genetiche, infettive e neoplastiche. In particolare il corso di Dottorato sarà orientato allo studio del controllo della crescita e del differenziamento cellulare, della regolazione dell'espressione genica, della patologia cellulare ed ultrastrutturale, patologia molecolare, virologia oncologica e immunologia cellulare e molecolare. Inoltre, sarà interesse del Corso lo studio delle tecniche di imaging funzionale rivolte alla valutazione della neoangiogenesi tumorale (studi di perfusione con tomografia computerizzata e risonanza magnetica) e l'ottimizzazione delle tecniche di diagnostica oncologica ai fini della prevenzione, in particolare del cancro-colo-rettale (colonscopia virtuale; sistemi di diagnosi assistita). Il programma di studio coinvolge un Collegio docenti di vari Settori scientifico-disciplinari (MED/04, MED/05, MED/06, MED/07, MED/08, MED/16 MED/36, BIO/10, BIO/16) che riflette il carattere traslazionale del corso e prevede vari indirizzi nei seguenti ambiti di studio: 1) TECNOLOGIE avanzate in PATOLOGIA MOLECOLARE, ONCOLOGIA MOLECOLARE e IMMUNOLOGIA: Tecnologie per lo studio di cellule e tessuti e di processi morfogenetici e differenziativi. Biologia molecolare e cellulare. Citometria a flusso. Cell sorting. Principali tecnologie del DNA ricombinante, analisi DNA e RNA, clonazione genomica e di cDNA, regolazione della trascrizione genica, trasfezione genica. Tecnologia dell'RNA interfering. Analisi di microRNA. Studio di interazioni proteine/DNA e proteina/proteina (two hybrid system). Basi molecolari patogenetiche, diagnostiche e terapeutiche delle patologie neoplastiche (oncogeni e geni oncosoppressori, oncogenesi virale. Espressione genica differenziale (differential display, ecc.). Tecnologia dei DNA-chip, PCR array, caratterizzazione funzionale di prodotti genici. Analisi di sequenze per omologie, strutture e domini funzionali dei prodotti genici. Predizione struttura/funzione.
2)TECNOLOGIE avanzate in IMAGING DIAGNOSTICA PER IMMAGINI: Valutazione della neoangiogenesi tumorale mediante studi di perfusione con Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica; sviluppo di nuove tecnologie informatiche per l'analisi dei dati di perfusione (mappe colorimetriche; analisi volumetrica in 'real time'); sviluppo di tecnologie informatiche applicate alla prevenzione del cancro colo-rettale in colonscopia virtuale; sistemi di diagnosi assistita dal computer (CAD). MEDICINA NUCLEARE e RADIOFARMACOLOGIA: Tomografia ad Emissione di Positroni (PET); produzione di fluorinati, Iodio-124, Rame-64 per la marcatura di molecole; studio della distribuzione dei traccianti di nuova sintesi utilizzando modelli animali mediante µPET (risoluzioni spaziali di 1.6 mm).IMAGING PRECLINICO:Advanced Bone Analysis (BMD, Stereologia, Anisotropia, SMI, Cortical Bone Analysis); analisi dei grassi mediante CT; studi di binding di nuovi traccianti e sonde peptidiche; studi di biodistribuzione; valutazione dell'efficacia di nuovi agenti terapeutici; analisi di topi geneticamente modificati. BIOETICA:principali problematiche correlate alle applicazioni biotecnologiche (aspetti etici, sociali e giuridici della sperimentazione e manipolazione genetica degli organismi viventi e delle loro applicazioni mediche, della medicina diagnostica predittiva e dello sfruttamento industriale dei prodotti biologici). Il Corso di Dottorato si articola in: a) Corsi teorici e seminari nell'ambito del programma di studio nonché di settori correlati, tenuti dai docenti del Dottorato e da professori o ricercatori di Università o Enti di ricerca italiani o stranieri. b) Partecipazione attiva dei dottorandi ad incontri seminariali, di aggiornamento metodologico, data club dedicati all'analisi dei risultati delle ricerche, corsi monografici, incontri di discussione della letteratura più recente su particolari argomenti specialistici del programma di ricerca. Possibili trasposizioni applicative della ricerca di tipo traslazionale o industriale c) Partecipazione dei Dottorandi a Convegni/Congressi Workshops nazionali ed internazionali sui temi inerenti le tematiche del Dottorato. e) Svolgimento di periodi di frequenza in istituzioni accademiche o scientifiche nazionali o internazionali diverse dalla Sede del Dottorato, secondo le attuali normative, con l'obiettivo di ampliare le conoscenze di ordine metodologico e culturale. Lo svolgimento del progetto di ricerca, condotto sotto la guida di un supervisor/tutor, si concluderà con la presentazione di una tesi dalla quale dovrà emergere l'apporto personale del dottorando. Sono anche previste verifiche formali del lavoro di ricerca quali presentazioni al Collegio dei Docenti di relazioni annuali dell'attività di ricerca svolta. Al termine del corso i dottorandi dovranno quindi avere acquisito un importante background nell'ambito delle tematiche di ricerca traslazionale affrontate, essere in grado di programmare e portare avanti un progetto di ricerca, presentare i risultati a congressi nazionali ed internazionali, e impostare la stesura di un manoscritto riepilogativo dei risultati ottenuti.

The programme of Doctorate in New Technologies in Translational Medicine is directed towards the formation of researchers competent in this advanced experimental field of Biomedicine. This interdisciplinary project has a didactic objective of promoting methods of biotechnological research at transversal applications which may offer advanced molecular procedures and techniques able to improve the prevention, diagnosis and therapy of infectious, neoplastic and genetic pathologies. In particular, this course will be aimed to the study of the control of cell growth and differentiation, the regulation of gene expression, cellular and structural pathology, molecular pathology, oncological virology and cellular and molecular immunology. Furthermore, functional diagnostic imaging techniques directed towards the analysis of tumoral neoangiogenesis (CT and MR) and oncological diagnostic techniques for prevention purposes, in particular for colon-rectal cancer (virtual colonscopy and assisted diagnostic systems) will be studied. The study programme involves various scientific disciplines (MED/04, MED/05, MED/06, MED/07, MED/08, MED/16 MED/36, BIO/10, BIO/16) in view of the translational approach of the course, and will be divided into the following different courses: 1)Biotechnology in Molecular Pathology, Molecular Oncology and Immunology: Technologies for the study of cells and tissues and differential and morphogenetic processes. Cellular and molecular biology. Flow cytometry. Cell sorting. Principal technology of recombinant DNA; DNA/RNA tests; cDNA and genomic cloning. Regulation of gene transcription and gene transfer. Micro RNA analysis. Technology of RNA interfering. Analysis of protein/DNA and protein/protein interactions (two hybrid system). Pathogenetic (diagnostic and therapeutic) molecular basis of neoplasms (oncogenes and oncosuppressor genes, viral oncogenesis). Differential gene expression (differential display etc.). DNA-chip technology. PCR array. Functional characterization of gene products. Sequential analysis of homology, structures and functional domains of gene products. Functional/structural predictions
2)NEW TECHNOLOGIES in IMAGING: DIAGNOSTIC application. Assessment of tumoral neoangiogenesis by perfusion studies of CT and MR. Development of new computing technology for perfusion data analysis (colorimetric maps, volumetric analysis in 'real time'). Development of applied computing technology for the prevention of colon-rectal cancer in virtual colonscopy: computer-assisted diagnosis systems (CAD). NUCLEAR MEDICINE AND RADIOPHARMACOLOGY: Production of radioisotopes: 18-fluorine, iodine-123, iodine-124 and copper-64 to study the distribution of new synthesis tracers in animal models by using µPET (spatial resolution of 1.6 mm) PRE-CLINICAL IMAGING: Advanced Bone Analysis (BMD, stereology, anisotropy, SMI, Cortical Bone Analysis). Fat analysis using CT. Binding studies of new tracers and peptide probes. Micro-Imaging technology for pharmacokinetics and biodistribution studies of tracers through the receptor binding technique to verify the effectiveness of drugs in oncology and anti-inflammatory therapy. BIOETHICS: Principal problems of the biotechnological applications (ethical, social and legal aspects of genetic experimentation and manipulation of living organisms and their medical applications, of predictive diagnostic medicine and the industrial exploitation of biological products) The Doctorate course can be subdivided into: a)theoretical courses and seminars from the study programme and correlated sectors, taught by professors or researchers of the Doctorate and from Italian or foreign Universities or research associations; b)active participation of students at seminars; updating sessions; data club dedicated to the analysis of research results; monographic/single theme workshops lessons; discussion groups on the most recent literature on particular specialized themes of research; possible applied translation in medicine or industrial research;c)student participation at national and international meetings, congresses and workshops on relevant themes; d)stages in national and international scientific and academic institutions with the aim of widening both one's scientific and cultural knowledge. The research project, under the supervision of a tutor, will conclude with the presentation of a thesis showing each student's work. Other test based on research work will also be given, together with yearly reports of research progress to the teaching staff and/or seminars every semester. By the end of the doctorate course, students should have acquired an important background into all translational research themes and should be able to programme and follow a research project to its successful conclusion. They should also be able to present research results at national and international congresses and be able to formulate and draft manuscripts and articles with the results obtained.pts and articles with the results obtained.